L'emigrazione italiana in Argentina

E' stato pubblicato in Argentina un interessante lavoro di ricerca sull'emigrazione da parte dell'Avv. Antonio Virgilio Castiglione figlio di emigrati capracottesi. Il libro, in spagnolo, si intitola "La inmigracion italiana en Santiago del Estero". Ne riportiamo qui la prima e la quarta di copertina oltre alla traduzione italiana della quarta di copertina e alla presentazione dell'Ambasciatore Italiano in Argentina.

Per contattare eventualmente l'autore: avcastiglione [at] arnet [dot] com [dot] ar

 

Traduzione della IV di copertina:

Lei ha nella sua famiglia un antennato emigrato? Lei conosce le ragioni per le quali quell´antennato (suo padre, suo nonno o il suo bisnonno) ha dovuto abbandonare la sua Patria, il suo paese, la sua casa, i suoi genitori ed i suoi fratelli, i suoi amici? Sa Lei perchè è venuto in Argentina?

Questo libro spiega com'è la situazione in Italia e in Europa ai fini del XIX° Secolo, perché la gente decise di emigrare, perchè scelse l´America, l´Argentina e Santiago del Estero; come si organizzava il viaggio; le condizioni promesse dall'Argentina; l'ottenimento del biglietto, il passaporto, la partenza dal paese, il congedo nel porto di Genova; l'esperienza dell'incrocio dell'Oceano, le (in)comoditá delle barche, l'arrivo a Bs. As.; gli esami per scongiurare malattie, Migrazioni, il ricevimento e l´allogio nell´hotel degl´Immigranti, la denigrante vita nei "conventillos" [1].

Contiene la radiografia di Santiago del Estero alla fine del XIX secolo; l'influenza della ferrovia nello stabilirsi degli emigrati, le difficoltà che attrversarono. L'incontro dell'emigrato con il criollo [2]; il loro inserimento nella comunità, città e paesi scelti per radicarsi, l'italiano, il criollo, l'indio ed il negro.

Quelli che sono venuti (secondo i censimenti del 1869 e 1895), i loro rispettivi luoghi d'origine, ecc. Le loro imprese agricole, di allevamento di bestiame, commerciali, industriali, Istituzioni italiane create nella provincia.

Quest´opera cerca di riscattare la memoria di quelli che vennero nella nostra provincia, formarono le loro famiglie, ebbero i loro figli, lavorarono duro per avere un'opportuntà che nel loro paese d'origine non ebbero, per dare ai loro figli un futuro e per l´ingrandimento della provincia.

Contiene un riconoscimento a tutti gli emigrati che sono venuti nella nostra terra (non solo agli italiani)



[1] Comentario: casa singola abitada da diverse famiglie.

[2] Criollo: originariamente erano chiamati così i figli di spagnioli nati in America. Dopo per esstensione si adoperò per i figli di indio e bianco.

 


Presentazione dell'Ambasciatore Italiano a Buenos Aires

La ricerca di Antonio Virgilio Castiglione parte da un'inquietudine che tutti sperimentiamo lungo la nostra esistenza, quella di indagare le origini della propia famiglia. Nel caso del Dott. Castiglione, questa ricerca ha preso come punto di partenza il suo bisnonno Giovanni, emigrato in Argentina, per dopo estendersi per tutta la comunità italiana in Santiago del Estero.

Romanzo famigliare e ricerca storica e sociologica, alterna microstoria con un'analisi più ampia del fenomeno migratorio che per l'Italia é stato una vera epopea nazionale, che è durato più di due secoli. Ho apprezzato soprattutto la parte che caratterizza veramente l'opera, quella del Cap. 8°, che descrive le caratterestiche dell'immigrazione italiana nella provincia di Santiago del Estero, anche attraverso le vicende della fam. Castiglione.

Sono sicuro che, sopratutto a livello locale, l'opera del Dott. Castiglione riuscirá a dare la giusta rilevanza all´importanza del contributo italiano alla fomazione del Paese, che ha ricevuto tanti emigrati italiani in ogni parte del suo immenso territorio. "L´Emigrazione Italiana a Santiago del Estero" costituisce anche un'utile aiuto per i "santiagueños" discendenti d´italiani che vogliano come l´autore, riscattare la propia storia famigliare, percorrendo i passi dei propri nonni.

Nel reiterare nuovamente le mie felicitazioni per il Suo lavoro, faccio propizia l´occasione per inviarle i miei cordiali saluti.

 

Stefano Ronca

Ambasciatore d´Italia in Argentina