Festa della Madonna di Loreto - statistiche di accesso al sito

Avevamo promesso di pubblicare informazioni più dettagliate sugli accessi alla webcam durante la festa della Madonna di Loreto. Ora i log sono stati elaborati ed ecco i risultati.

Contanto semplicemente le righe nel file di log, avevamo stimato qualcosa come 150.000 richieste della foto della piazza. Non ci siamo distaccati molto dalla realtà, anche se la figura a lato richiede qualche spiegazione per i non addetti ai lavori precisando che l'argomento è abbastanza ostico e variegato:

Innanzitutto, come si contano i visitatori: semplificando molto, quando navighiamo su internet e chiediamo al nostro browser una pagina web, questi deve indicare al server a cui indirizza la richiesta l'indirizzo IP del nostro computer (un numero che individua in maniera univoca il nostro computer - o almeno la nostra rete locale - su internet, come fosse un indirizzo postale) in modo che il server sappia a chi rispondere inviando la pagina che è stata richiesta. Il server, dopo che ha risposto, annota in un file, insieme ad altre informazioni, tale indirizzo IP. E' da questo file (detto "log") che si fanno tutte le statistiche.

Detto questo, i "visitatori diversi" o "visitatori unici" corrispondono a tutti gli indirizzi IP diversi che hanno visitato il sito nel periodo di riferimento (7, 8 e 9 settembre nel nostro caso). Se un visitatore, in quel periodo, ha visitato più volte la pagina, è stato contato una sola volta.

Una "visita" (detta anche "sessione") è invece una serie di richieste, da parte dello stesso visitatore in un certo intervallo di tempo (generalmente 30 minuti) e presuppone diverse richieste di "pagine"

Infine le "pagine" indicano quante pagine web sono state effettivamente richieste durante il periodo di riferimento.

Nel nostro caso è proprio questo il numero più interessante, infatti poichè l'unica pagina presente cambiava una volta al minuto, i visitatori erano interessati a rivedere la pagina stessa, rendendo - in questo caso - meno significativo di quanto normalmente è, il concetto di visitatore unico.

Poichè, inoltre, gli indirizzi IP sono assegnati ai computer connessi ad internet su base geografica, diventa possibile capire, con buona approssimazione ma non con certezza matematica, la nazione o, in alcuni casi, la città da cui proviene la richiesta. L'immagine a lato ci dettaglia proprio le richieste provenienti dalle varie nazioni.

Da questi dati ognuno si riconosca, tragga le sue conclusioni anche strampalate, fantastichi sul fatto se in India o in Corea del Sud c'è qualche capracottese (se c'è e ci legge si faccia vivo !) o se si sia trattato di visitatori finiti sul sito per caso facendo qualche ricerca in rete. Per la Grecia ci piace ad esempio pensare che si tratti di qualcuno dei nostri in vacanza su quelle belle spiagge che, almeno per un attimo, si è ricordato della Madonna e delle sue montagne, ma chiaramente, possiamo sbagliare. ;-)

Infine, il dettaglio delle richieste per città, essendo molto lungo (11 pagine), lo trovate qui in formato pdf e valgono le stesse considerazioni di sopra.

Non perchè possa interessare a qualcuno, ma la lettura del dettaglio per città, con tutti quei posti sparsi ai quattro angoli della terra, la lacrimuccia stavolta l'ha fatta scappare a chi scrive.