A Capracotta le Finali CoC di fondo 2014. Il miglior modo per festeggiare lo sci club centenario

Dalla FISI è pervenuto, per il tramite del giornalista Max Vergani, il seguente comunicato stampa sulle finali di Coppa Europa del prossimo marzo

Capracotta ospiterà le Finali di Continental Cup di fondo dal 14 al 16 marzo 2014. Sarà il miglior modo per lo sci club della località molisana per festeggiare i 100 anni dalla fondazione. Lo sci club Capracotta ottiene così dalla Federazione internazione, oltre che da quella nazionale, il riconoscimento per la lunghissima e appassionata attività nei territori dell’Appennino molisano. Nel corso della sua storia, infatti, il club della provincia di Isernia ha ricevuto il distintivo d’oro al merito dalla Fisi nel 1984, seguito l’anno successivo dalla stella d’oro al merito sportivo del Coni, la massima onoreficienza italiana in ambito sportivo. Nel 1997, la Federazione ha attribuito a Capracotta la Coppa di cristallo, limitata alle società con oltre mezzo secolo di affiliazione. Territorio di grande tradizione nel fondo, Capracotta è stata sede di un’edizione dei Campionati italiani aspiranti e juniores nel 1984, e dei Campionati italiani assoluti nel 1997. Nel 2004 e nel 2008 ha ospitato due tappe della Coppa Europa di fondo e ora il premio delle Finali di Coc. Le gare del marzo 2014 si disputeranno sulle piste di Prato Gentile che metteranno alla prova gli atleti con un prologo in skating, seguito da una 10 km femminile e una 15 maschile a tecnica classica, per terminare con le pursuit ancora in skating. Saranno tre giornate ricche di emozione e di fascino e permetteranno di assegnare i titoli continentali. L’organizzazione sarà curata dallo sci club Capracotta, in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale e le altre autorità locali.

(nella foto di Febbraio 2013, da sinistra: Antonio Monaco, sindaco Capracotta; Agostino Angelaccio, presidente comitato “Capracotta 2014″; Flavio Roda, presidente Fisi; Antonio Potena, ex presidente sci club Capracotta; Vittorio Angelaccio, supervisor)